Rassegna stampa - Qualcosa di simile

Vai ai contenuti

Menu principale:

Rassegna stampa



Rassegna stampa



Mondo Rosa Shocking sul cortometraggio "Qualcosa di Simile": Interviste ad Alessandra Pescetta e Francesca Scotti
Settembre 2012


Alessandra Pescetta

"Io ho avuto il piacere di vedere in anteprima “Qualcosa di simile” e ne sono rimasta ipnotizzata. Da regista, il fatto che il libro da cui è tratto il corto sia una raccolta di racconti ha rappresentato uno dei punti di forza nel realizzarlo, oppure ne ha in qualche modo complicato la strutturazione?"
"Sono felice che ti sia piaciuto. Il corto sarà presentato al Taobuk in anteprima ma per ora amici e conoscenti che l’hanno visto , soprattutto appartenenti  al mondo femminile,  hanno avuto la reazione analoga di commuoversi al secondo minuto e questo credo sia proprio perché qui seguiamo la via delle emozioni e non quella della storia...." (il resto dell'intervista qui)


Francesca Scotti

"E ora una grande novità: “Qualcosa di simile” è diventato un cortometraggio diretto dalla regista Alessandra Pescetta, che verrà presentato al festival Taobok di Taormina il 27 settembre. Quando ha avuto origine e come si è sviluppato questo connubio tra narrativa e cinema, tra parole e immagini, ispirato al tuo libro?"
"Credo che sia nato dall’affinità. Affinità del sentire e dell’immaginare. Io ho sempre trovato nei lavori di Alessandra qualcosa che mi assomigliava moltissimo, in alcuni casi, come in quello del cortometraggio “Sakura” - una poesia resa immagine per tributare al Giappone, devastato dallo tsunami, un sostegno utilizzando l’arte - addirittura un’emozionante specularità..." (il resto dell'intervista qui)


Il Cortometraggio verrà presentato in anteprima al Taobuk - Taormina Book Festival... maggiori dettagli nelle news



Corriere della Sera: "Felici campi di attrazione umana"
di Matteo Giancotti
Febbraio 2012


"Sulle prime sembra di avere a che fare con storie elementari di scrittura innocua (eventualmente un po' retrò) ma presto si avverte nella pagina di Francesca Scotti un fischio leggero che incuriosisce e inquieta: una sensazione simile a quella che accompagna l'inizio di certi film di Haneke. Forse anche per questo il suo libro di racconti, Qualcosa di Simile (Italic), non smette di suscitare interesse a diversi mesi dalla prima edizione..."
(leggi la recensione
)



il Griot: “Qualcosa di simile”
di Emily Forlini

Marzo 2012


"Dieci racconti senza titolo. Scritti all’acquerello, con sfumature leggere e delicate, ma sicure come la linea dell’incisore.  «Qualcosa di simile» è il libro di Francesca Scotti, edito dalla Italic peQuod, una raccolta di storie scritte con una voce semplice e pulita che le permette di muoversi con discreta abilità tra le vite dei personaggi..."
(leggi la recensione
)



La Tela Nera - Racconti da Tokyo: Francesca Scotti intervistata da Cristian Borghetti

Marzo 2012


"[La Tela Nera]: Qualcosa di simile, cito il titolo del tuo libro, a Francesca Scotti? Chi è Francesca?
[Francesca Scotti]: Francesca è una ragazza nata a Milano in primavera e che ora vive a Kyoto. Suona il violoncello, si è laureata in giurisprudenza ma non fa l'avvocato. Ha imparato a scrivere sulle pareti di casa ma ora lo fa sulla carta!..."
(leggi l'intervista
)



Toylet Mag: “Qualcosa di simile” alle favole
di Cesare Mascitelli

Marzo 2012


"La magia del racconto è racchiusa nello scrigno della nostra infanzia: è la forma letteraria forse più accessibile per qualunque lettore, per la sua evidente brevità, ed è quella più suggestiva per chi ama vivere più esistenze nell’arco di una sola lettura..."
(leggi la recensione
)



Prime recensioni e interviste del 2012
25 Gennaio 2011


Ho un libro in testa - Francesca per Chicca Gagliardo
Intervista

"Qualcosa di simile è una raccolta di racconti. Ma il titolo in questo caso è anche un indizio perché le vicende che racchiude sono percorse da rimandi, corrispondenze, echi. Benché non sia essenziale coglierli per comprendere le varie storie, credo contribuiscano a dare un senso di progressione e continuità a chi li legge...."
(leggi l'articolo
)



Sul Romanzo - Giovanni Turi

Intervista

"Inauguriamo con Qualcosa di simile (Italic Editore) di Francesca Scotti questa rubrica dedicata alle raccolte di racconti, idealmente iniziata con le tre recensioni ai finalisti del Premio Chiara – del resto anche l’opera della Scotti ha vinto un concorso dedicato alle narrazioni brevi: il Premio Fucini..."
(leggi l'articolo
)



Carmilla - Roberto Sturm
Recensione

"Francesca Scotti ha trent’anni, è laureata in Giurisprudenza, si è diplomata in Conservatorio e suona il violoncello. Si interessa di cultura orientale e questo la porta spesso nel paese che ama, il Giappone. La sua raccolta di racconti Qualcosa di simile si è classificata prima ex aequo al premio Fucini 2011..."
(leggi l'articolo
)



Grazia: "Tutte le sfumature dell'anima"
di Valeria Parrella
Dicembre 2011

"Francesca Scotti ha una grande passione per l'Oriente, presente costantemente in questi suoi racconti, numerati semplicemente, a sottolineare lo scorrere l'uno nell'altro secondo uno schema che caratterizza soprattutto la letteratura giapponese, ma in cui c'è forse anche il concatenarsi delle note, proprio della musica..." (leggi l'articolo)



Il Fatto Quotidiano: "L'esordiente fa a fette il polpettone di carta"
di Giovanni Pacchiano
30  Dicembre 2011

"E' nostra convinzione che la forma breve del racconto, oggi, contenga una verità superiore rispetto al romanzo, non inquinata da ragioni commerciali. Mentre gli editor dei grandi gruppi guardano dove tira il vento: benvenuto il romanzo-polpettone (fantasy in testa), visto che vende. E che importa il deterioramento generale del gusto?..." (leggi l'articolo)



Recensioni, interviste, articoli Novembre - Dicembre 2011
20  Dicembre 2011


Affari Italiani - Antonio Prudenzano
Articolo

“Una raccolta di inquietanti racconti. Atmosfere sature di tensione, uno stile ipnotico.  Una voce nuova, giovane ma già sicura, contemporenea ma a suo modo classica: "... (leggi l'articolo
)


Sugarpulp - Riccardo Falcetta
Recensione

“Qualcosa di simile” è stato uno tra gli esordi meglio accolti del 2011: si è aggiudicato il Premio Fucini 2011 per la miglior raccolta di racconti ed è valso all’autrice numerosi consensi, raffronti con scrittrici di rango come Alice Munro, Shirley Jackson e Yoko Ogawa. Perché?"... (leggi la recensione
)


Lettore ambulante
Recensione

"Quello che colpisce dei racconti di Francesca Scotti, già leggendo solo le prime pagine è la maturità stilistica, la pulizia precisa dello stile, la capacità di avvolgere il lettore in un'apparente quieta quotidianità, per poi via via aumentare il ritmo e dare la stoccata finale." (leggi la recensione
)


Libro Guerriero - Marilù Oliva
Intervista

"Per me scrivere è come entrare in una bolla, e quando la magia funziona non esiste nient’altro. E’ estremamente piacevole, divertente, senza sofferenza. Quella arriva tutta quando rileggo!" (leggi l'intervista
)



Compitu re vivi: "Francesca Scotti: Chi sono?"
24  Ottobre 2011

"Chi sono i personaggi che abitano questi racconti? Chi sono, mi chiedo soprattutto; piuttosto che storie vivono. Le loro vicende sono spesso banali, attraversate da quella sublime e misteriosa casualità che almeno una volta nella vita abbiamo conosciuto tutti..." leggi l'articolo



Il Cittadino: "Dieci racconti a suon di musica: l’esordio di Scotti al Coffe Move"
15  Ottobre 2011, Silvia Canevara

"C’è un filo rosso che lega i dieci racconti di Qualcosa di simile, opera prima della scrittrice milanese Francesca Scotti, ospite giovedì sera al Coffe Move di corso Mazzini, a Lodi. Un filo rosso che fa assomigliare questa raccolta..." leggi l'articolo



Il Manifesto: "Accordi per pianoforte e disagio"
31 Luglio 2011, Nando Vitale

"Notando, nella Filosofia della composizione
, come il racconto sia un testo che per la sua brevità si pèuò leggere in un'unica esperienza di lettura, Edgar Allan Poe introduceva esplicitamente nella tradizione..." leggi l'articolo



Amadeus: "Un filo di ferro"
Agosto 2011

"Francesca Scotti ha 30 anni, una laurea in Legge e ama la musica. Di più, la suona. Comincia il pianoforte da bambina, e non smette più di suonarlo, poi arriva l'oboe, che studia al Conservatorio..." leggi l'articolo



Sogni nei Cass(on)etti - Cronaca di Romanzo: "Recensione di Gianluca Antoni"
30 Settembre 2011, Gianluca Antoni

"Be’ che dire… i racconti di Francesca Scotti raccolti in Qualcosa di simile (Italic peQuod, 2011) sono belli. È un commento semplice e lineare, il mio, ma è la sensazione che ho provato quando ho chiuso il libro..." leggi l'articolo



Il Professionista - Stephen Gunn: "Recensione"
14 Settembre 2011

Il filo spinato non era stato messo per proteggere la torta da me.
Ma viceversa. Mi conoscete. Sapete ciò che leggo – di solito – e ciò che scrivo. Ma credo sappiate anche che da anni predico la ricerca del nuovo di ciò che solo in apparenza può sembrare lontano..." leggi l'articolo



Biblioteca Giapponese: "Quel non dire fluttuante: recensione di M. Soldo a “Qualcosa di simile”
30 Agosto 2011

"Avete presente quelle storie che, una volta terminate, continuano a vivere in voi, meglio se in una zona ombrosa e un poco torbida della coscienza? Ecco, a me questo capita soprattutto con Ogawa Yoko e, non a caso, con i racconti..." leggi la recensione



Subway Edizioni: "Recensione di Sara Piazza"
Agosto 2011

"Ecco qua un piccolo gioiello di narrativa; piccolo per dimensioni e non certo nella qualità, perché se poche pagine racchiudono intense storie e personaggi che restano..." leggi la recensione





Altre opere

Voci da occidente: “Mizumono” di Francesca Scotti
23 Maggio 2011

Tutti coloro che si cimentano nello scrivere del Giappone (così come di qualunque paese lontano) rischiano spesso di infrangere la sottile soglia che distingue la fascinazione per l’Altro da un esotismo autoreferenziale... leggi la recensione



Torna ai contenuti | Torna al menu